News

Il servizio “Urto” presentato a Vicenza nel corso di “Impulso e Controllo. La gestione delle emozioni”

News
Print pagePDF pageEmail page

Vicenza1

Lunedì 13 ottobre, nella prestigiosa cornice di Palazzo Cordellina a Vicenza, ha preso vita la serata dedicata a “Impulso e Controllo. La gestione delle emozioni”.

L’evento, promosso dalla Fondazione Zoe nell’ambito della settimana dedicata a “La salute nelle relazioni. Vivere sani, vivere bene”, ha ospitato tra i relatori Elisabetta Petitbon in collegamento dall’Irlanda, Giulia Cavallari e Chiara Lui, che hanno potuto discutere di emozioni, rabbia e violenza, presentando il servizio Urto – Usare la Rabbia, Trovare Opportunità.

Dopo un’introduzione sulle emozioni a cura della dott.ssa Elisa Frigerio di Como, Elisabetta Petitbon ha sottolineato le peculiarità del modello dell’Anger Therapy, messo a punto in 7 anni di esperienza in Irlanda con uomini che usano violenza nelle relazioni intime, ai quali i gruppi terapeutici offrono l’occasione di riconoscersi agenti attivi delle proprie scelte. Dare un nome alle proprie emozioni, riconoscerne la legittimità e scoprirsi responsabili del proprio agire, permette via via di comprendere che l’agire violento non è l’unico modo di esprimere la propria rabbia e il bisogno di affermazione nelle relazioni intime.

Dalla realtà Irlandese a quella italiana: Giulia Cavallari ha descritto il percorso a cui gli uomini possono accedere attraverso il servizio Urto del progetto “La psicologia per tutti” a Mortise, Padova. Smitizzata la stereotipica divisione tra buoni e cattivi, vittime e carnefici, è risultato chiaro che la rabbia, emozione legittima e di per sé “neutra”, diventa altro quando si traduce in comportamento violento.

“La violenza esiste ogniqualvolta nel nostro agire prevarichiamo sull’altro, considerandolo un po’ meno persona di noi. Per questo ci riguarda” ha sottolineato Giulia Cavallari.

Importanti riflessioni, condivise da un uditorio numeroso e attento, che ha riconosciuto il forte impatto sociale del servizio Urto.

“L’intero progetto “La psicologia per tutti” – ha ricordato in chiusura Chiara Lui – intende fornire risposte concrete alle istanze del contesto di crisi attuale, offrendo supporto psicologico e psicoterapia qualificata a utenti che versano in condizioni di indigenza economica, grazie all’operato volontario degli psicologi e psicoterapeuti soci Sci“.

Vicenza2

Nella foto da sinistra, Chiara Lui, Giulia Cavallari e la dr.ssa Elisa Frigerio di Como, docente di psicologia delle emozioni all’Università, psicologa e psicoterapeuta Coirag, lavora anche in consultorio nel servizio antiviolenza per donne migranti.

Nella foto in alto, Giulia Cavallari e Chiara Lui durante la loro relazione.

Per maggiori informazioni sul servizio Urto e sul progetto Psicologia per Tutti clicca qui.

Share this