Risultati del Bando

Print pagePDF pageEmail page

PUBBLICAZIONE DEI RISULTATI DEL BANDO PER L’ASSEGNAZIONE DI DUE PREMI PER ATTIVITA’ A FAVORE DEI SOCI

Al momento della scadenza del bando, fissata per il 20/06/2016, sono pervenuti due progetti. Entrambi i progetti risultano così vincitori del bando, senza necessità di procedere con un sondaggio alla votazione dei progetti da parte dei Soci.

Ai Soci non resta che leggere con attenzione i progetti vincitori, e prendere parte alle iniziative che prenderanno forma entro la fine del 2016.

Presto arriveranno indicazioni più dettagliate sulle modalità per partecipare alle attività.

Ecco allora i progetti vincitori. Congratulazioni!

Corpo – spazio – azione. Laboratorio teatrale per l’esplorazione della relazione terapeutica

Progetto proposto da Eleonora Belloni e Daniela Boccardi.

La dimensione corporea veicola il modo in cui facciamo esperienza ed assume una rilevanza centrale nella relazione terapeutica. Come uso il corpo nell’incontro con l’altro? Come mi muovo nello spazio? Che voci utilizzo? Il progetto propone un laboratorio esperienziale in cui, attraverso specifici esercizi teatrali, esploreremo i molteplici modi di vivere il corpo. Successivamente discuteremo insieme dell’esperienza vissuta, riflettendo sulle implicazioni che la dimensione corporea può avere nella pratica clinica. “Il mondo non è qualcosa che ci è ‘dato’, ma è qualcosa a cui prendiamo parte per mezzo di come ci muoviamo, tocchiamo, respiriamo e mangiamo” (Varela, 1992).

Durata dell’attività: 4 ore

 

Escape Room: The PCP experience

Progetto proposto da Susan Bridi, Eleonora Belloni, Laura Scartezzini

Durante la nostra attività clinica e la formazione in classe siamo costantemente invitati a mettere in pratica l’alternativismo costruttivo: trovare nuovi punti di vista e costruzioni ortogonali a quelle date per scontato. Cosa potrebbe accadere se ci trovassimo a fare lo stesso in una situazione ludica dove quest’abilità creativa è fondamentale? Cosa succederebbe se tutto questo lo dovessimo fare in gruppo? L’escape room proposta da questo progetto permette di sperimentare tutto questo. Il gruppo sarà chiuso in una stanza e avrà i tempi contati per risolvere giochi ed enigmi e così trovare la chiave che lo porterà alla libertà. A termine dell’impresa si avrà modo di discutere su quanto accaduto, riflettendo su quali dinamiche il gruppo ha messo in atto e quale ruolo ha giocato ciascuno all’interno del progetto comune.

Durata dell’attività: 3,5 ore