Archives

aprile 2014

Azzurro o rosa? La segregazione di genere nei giocattoli

L'Insolente Costruttivista 1 Comment

Andando a comprare l’uovo di Pasqua per mio nipote quest’anno mi sono soffermata di più a leggere le indicazioni sulle confezioni: uovo per “Lui” e uovo per “Lei”. Per i maschietti supereroi, costruzioni e automobili, per le bimbe bambole, fatine e trucchi, il tutto rigorosamente diviso tra azzurro e rosa. Ma che messaggio stiamo mandando esattamente ai nostri bambini? E quali sono le conseguenze di questa apparentemente innocente divisione?

Nel 2011 nel Regno Unito la neuropsichiatra Laura Nelson ha promosso una campagna affinché i negozi della catena Hamley (molto popolare oltremanica), togliessero dalle proprie corsie la divisione tra maschi e femmine e si limitasse a mantenere una segnaletica che desse indicazioni solo sui diversi tipi di giocattoli presenti. La campagna ha avuto successo ed ora altri negozi stanno continuando su questa strada.

Una adolescente statunitense, Antonia Ayres-Brown, dal 2008 sta conducendo una campagna contro Mc Donald’s, affinché la celebre catena di fast food distribuisca gli Happy Meal ai propri piccoli clienti chiedendo una preferenza diretta su quale giocattolo vogliano, e non se è per “bambino” o “bambina”. Antonia ha recentemente vinto la sua battaglia e McDonald’s si è impegnata a cambiare la propria policy di distribuzione dei giocattoli. (more…)