Archives

giugno 2012

Controllo finché…

L'Insolente Costruttivista No Comments

Penso ricorrentemente ad una parola: controllo.

Avere controllo, non perdere il controllo, sentirsi soffocati dal controllo… Cos’è dunque il controllo? Interpellando la fenomenologia, potremmo dire che per chi nè è oggetto si tratta di una sensazione fastidiosa e per chi lo opera è un sine qua non. Il controllo si può delineare, allora, come un processo che coinvolge qualcuno che non potrebbe farne a meno per realizzare ciò che è impegnato a fare e qualcun’altro che vorrebbe liberarsene per realizzare ciò che è impegnato a fare. Così, il controllo diventa un dilemma relazionale.

Un esempio: nella casa di fronte a quella dei miei nonni abitavano due vecchietti, Gustavo e Liliana. Entrambi erano molto accorti nel controllare la casa dei miei nonni e tutto ciò che vi accadeva all’esterno ed anche all’interno. Gustavo e Liliana erano un servizio di vigilanza h24 non rischiesto e gratuito. Nulla sfuggiva al loro sguardo indagatore e non appena rilevavano delle discrepanze tra quanto succedeva e quello che loro si aspettavano dovesse succedere, erano pronti a farlo notare con biasimo. (more…)